mercoledì 1 luglio 2009

Torta di amarene e mandorle...

Con questo dolce partecipo alla raccolta di Giulia!


Mia madre continua a ripetermi: "tu con i dolci sei scostumata!"...in mia difesa devo dire che i dolci non si sono mai lamentati ;-)
Questa è la storia di una torta domenicale diventata dolce del sabato pomeriggio! da qualcuno dovevo pur ereditare la passione per i dolci.
Così sabato mattina mi sono svegliata presto per impastare e infornare, il resto della banda si è alzata più tardi e alle 10.00 eravamo tutti pronti per la spiaggia! Mentre mi trovavo a riva, combattuta tra il richiamo della sdraio e la necessità di riportami a fine giornata i pargoli a casa, ho realizzato che l'arrivo dei miei genitori avrebbe seriamente compromesso l'integrità del dolce...chiamo: "mamma nel forno c'è un dolce! sembra pronto ma lo devo ancora terminare (fotografare!), quindi non si tocca"! e lei: "a me sembra perfetto!" "ho detto non si tocca!".
Nel pomeriggio si rientra...docce, teli da stendere e dolce da finire. Zucchero a velo, amarene e mandorle a scaglie. Armata della fotocamera comincio ad immortalare ed in quel momento determino l'inizio della fine! Conclusione: la mia frolla di amarene e mandorle scorge a stento le prime luci della sera...finendo in maniera degna e veloce!
Ingredienti:
500 gr di amarene, 300 gr di farina, 130 gr di zucchero, 110 gr di burro, 60 gr mandorle a filetti, 1 bustina di lievito per dolci, 1 uovo e 1 tuorlo, 50 ml di latte, 1 limone, 1 spolverata di cannella, zucchero a velo, sale fino.
Lavate e snocciolate le amarene, cuocete in una casseruola con 30 gr di burro, 100 gr di zucchero e la cannella per circa 10 minuti, fare raffreddare. Preparare l'impasto con il burro fuso, la farina il lievito, le uova, lo zucchero e alla fine il latte. Stendete l'impasto a formare un rettangolo, versare il composto di amarene e cospargete le mandorle a filetti. Arrotolate la pasta dalla parte più lunga formando un rotolo, tagliatelo a fette spesse 4-5 cm. Imburrate e cospargete di zucchero uno stampo a cerniera e disponetevi le fette di dolce. Lasxciate riposare in frigo, coperto, 10 minuti. Infornare in forno caldo a 180° per 40 minuti. Quando è freddo sformate e cospargete di zucchero a velo. Decorate con amarene e filetti di mandorle.

6 commenti:

Daphne ha detto...

Grazie per essere passata dal blog e per avermi aggiunta tra le tue sbirciate ^_^
Io non rendo visibili le mie ma sbircio tutti sottocoperta..ehehehe
..e le sbirciate ormai durano una bella fetta di mattinata, aumentano a vista d'occhio O_o
Bello fare la ricotta in casa ^_^

Daphne ha detto...

.oO(ovviamente mi riferivo all'altro post :D)

pinar ha detto...

Grazie a te! la mia cucina è ancora piccola ma c'è tanto spazio...devo dire che il nome del tuo blog non mi aveva da subito richiamato il cibo (tranne poi accorgermene "sbirciandolo") ma in effeti cos'è l'arte culinaria se non una metamorfosi!?
Complimenti!

Daphne ha detto...

in realtà il mio blog non è prettamente un blog di cucina, anche se so che sembra assurdo a dirsi :)
Per questo il nome non riporta al cibo..se sbirci nei post precedenti capirai il motivo del nome del mio blog :) che non aveva nessuna intenzione di riferirsi all'aspetto culinario anche se..ne sono ovviamente appassionate ^_^
Grazie :)
La tua cucina si arricchirà giorno dopo giorno ;)

Rossa di Sera ha detto...

Ma pensi che ti avrei detto di no? :-)))
Non ci penso proprio! E grazie per la ricetta!
baci!

http://incucinadamalu.blogspot.com/ ha detto...

che dolcissima visione, complimenti!