mercoledì 28 ottobre 2009

Mulignane alla "Pullastiello"

Una domanda! Quanti di voi conoscono, non la ricetta, ma il nome? Non ne conosco l'origine etimologica (e quando mai!?). A casa mia (di mia madre) si chiamano così.
Mi succede a volte di non poter tradurre tutte le parole dal napoletano e non solo nomi di ricette ma tanti altri termini che descrivono anche situazioni, stati d'animo... un esempio su tutti? "Apucundria"... e che è? è un modo di sentirsi che non appartiene solo ai partenopei ma che questa parola descrive appieno, si potrebbe dire malinconia? (ma è di più) depressione? (no no! decisamente no!), apucundria non fa paura, è una specie di dolce mancanza che sucita ricordi, rimpianti in cui lasciarsi cullare perchè poi passa sempre è... apucundria e basta! se qualcuno ti dice di sentirsela noi sappiamo già di cosa parla! Comunque volevo tranquillizarvi, non è il mio stato odierno.
Passiamo alla ricetta di questo piatto che oserei definire finger food, Addirittura? sì sì!
Si affettano per il lungo delle melenzane, io lascio la buccia perchè mi piace ma se preferite potete levarla e si friggono in abbondante olio di arachidi, si prendono due fette, possibilmente di uguale misura e si accoppiano mettendo al centro delle fettine di fior di latte o provola (del giorno prima è meglio così non rilascia troppo latte), le melenzane così composte si passano nella farina e poi nell'uovo sbattuto (sia tuorlo che albume) e si friggono in abbondante olio fino a doratura. Provate, se ci riuscite, a conservarne qualcuna perchè fredde sono ineguagliabili!
OPS! naturalmente salatele!

30 commenti:

Manuela ha detto...

Ma che bontà! Qui da noi lo stato d'animo che hai descritto si chiama "pecundria"!Ciao cara.

Federica ha detto...

ammazza che bel piattino!! lo segno!

marifra79 ha detto...

Complimenti per la ricetta!!!!...Apucundria non l'avevo mai sentito dire...dalle mie parti... non saprei nemmeno dire un equivalente, però in genere capita che si conosce il nome ma non bene il sinonimo, a me sempre!!!
Un abbraccio e buona giornata!!!

Scarlett: ha detto...

anche io le faccio cosi'...ma le chiamo cotolette di melenzane farcite ........qualunque nome porti io le trovo fantastiche in tavola...e ti dico che appena scolate dall'olio non aspetto mai di portarle in tavola ne divoro subito qualcuna!!!buonissime...ciao

iana ha detto...

Me le faceva mia zia napoletana, quando per un periodo abbiamo vissuto nella stessa casa... solo che me le dava come merenda da portare alle gite scolastiche... non sai che vergogna tremenda tirare fuori quei cosi mentre tutti gli altri bambini avevano rigorosamente le rosette con il salame appena fatte dal salumiere, con merendina e succo di frutta... a pensarci ora io sì che ero fortunata! ;)

Irene ha detto...

a casa mia le chiamiamo melenzane in carrozza...io le adoro!!! ed è vero pinar..quanto è vero che fredde sono buonissime...ma ahimè raramente ne rimangono!!!!un caro saluto e complimenti...questa foto fa' veni'na famm'...:-))))

sweetcook ha detto...

Mi è venuta una voglia di melanzane che non ti dico, mi sa che per stasera il piatto è deciso:)

pinar ha detto...

@Manuela le parole si somigliano molto quindi immagino sia la stessa cosa, a pensarci bene somiglia anche ad Ipocondriaco ma è decisamente diverso il significato!
ciao

@Federica grazie!

@Marifra allora non sono la sola! grazie e buona giornata anche a te!

@Scarlett lo so è difficile resistere ma se provi non te ne pentirai!

@Iana io cerco di rendere "fortunati" anche i miei figli ed apprezzano tantissimo, anzi a volte i loro compagni chiedono l'assaggio!

@Irene bè sì anche in carrozza può andare e...teng' na' famm' pur io!

@Sweetcook allora buon appetito!

Andrea ha detto...

Il nome non lo conosco, ma me lo mangerei ugualmente! :D

ets ha detto...

questo termine non l'ho mai sentito,ma di questa ricetta ne avevo gia sentito parlare...sicuramente ottima...ciaou'

ste

Edi ha detto...

Apucundria..e no.. proprio quassù non l'ho mai sentito... una sorta di amarcord.. però io sono ancora più sù..mmm.
A me capita spesso, anzi spessissimo, di perdermi nei pensieri..!!
buone le melanzane proposte così!!

pinar ha detto...

@Andrea grazie e benvenuto!

@Stefano dalle tue parti avrete sicura altri termini particolari, fammeli sapere!

@Edi non lo sò se si può definire amarcord anche perchè non so come ci si sente in quel caso, ma tutto può essere!
ciao

Simona ha detto...

Oddio, che fame!Solo a vederle sono deliziose, figuriamoci a mangiarle!

minnie ha detto...

Mai sentite nominare ma con un nome così non potevano che essere delle cosine mooooolto sfiziose!

cinzia ha detto...

c'è anche una famosa canzone di Pino Daniele......
Appocundria me scoppia ogni minuto 'mpietto pecchè passonno forte haje sconcecato 'o lietto
appocundria 'e chi e sazio e dice ca è diuno
appocundria 'e nisciuno.....
per vedere il video su
http://www.youtube.com/watch?v=Fl5LC0DVsCc
baci pina.........che fame(mia figli a veder le tue ricette!!)

pinar ha detto...

@Simona, Minnie un sapore unico!

@Cinzia io la adoro e visto che questa bellissima canzone descrive benissimo il termine consiglio tutti di ascoltarla! un bacio anche a tua figlia! e votate votate!

LISA51 ha detto...

Questo termine a casa mia si è sempre usato,ancora oggi io lo ripeto quando capita l'occasione.Le melenzane tutto ok.napoletanissime e buoneee...,ciao Lisa.

L'oca bonga in cucina ha detto...

Ciao Pinar! Che cosa golosa queste melanzane!! Eh Eh non so se avanzerebbero per sentirle fredde!!! :D Ciao Arianna

pinar ha detto...

@ Lisa infatti noi le chiamiamo solo così!

@ Arianna conviene occultarle prima di portarle a tavola ;-)
ciao

marsettina ha detto...

sono pericolose e ottime!

Paola ha detto...

E' una vita che non le faccio, mi hai fatto venire voglia...

pinar ha detto...

@ Marsettina pericolose è un termine che le descrive bene!
ciao

@ Paola anche io ho pensato di approfittare delle ultime melenzane!
ciao

dolci a ...gogo!!! ha detto...

hai ragione a vlte noi napoletana abbiamo un modo tutto nostro per definire le cose che poi è difficilmente traducibili tipo nu figl e drocchia:-)....cmq queste melenzane le fa sempre anche mia mamma e io ne vatto pazza!!bacioni imma.
p.s. mia mamma le chiama ndurate e fritt:-)

Lady Cocca ha detto...

Come ti capisco...succede anche a me con alcune parole del mio dialetto...lucano o meglio potentino...come fai a spiegare per esempio l'intercalare EFFESS!!! per noi è sinonimo di Madonna mia...oppure sinonimo di stupore anzi enorme stupore...vedi non riesco neanche a spiegartelo...solose lo senti in una frase ti rendi conto del suo significato!!! sarà una prerogativa di noi meridionali...o meglio italiani in genere?? mah non so però è bellissimo!!!
Complimenti per il piattino light ma moltooo goloso e come si puo' resistere??? io nooooooooooooooooo
ciaoooooo Lady

Lady Cocca ha detto...

Ahhhhh dimenticavo....Apucundria la usiamo anche noi ahahahahahah

pinar ha detto...

@Imma e proprio vero! a proposito farò una ricerca su drocchia e ti farò sapere!
ciao

@Lady benvenuta e grazie per la rivelazione quando mi capiterà di parlare con un potentino lo stupirò usando EFFESS in modo appropriato! Apucundria c'è anche da voi? essì siamo come cugini di dialetto!
ciao

angicock ha detto...

Il nome (molto forse) potrebbe essere dettato dal fatto che somiglia ad un petto di pollo?
Beh! alla fine non e' importante perche' si chiama così, ma che e' veramente buona e accattivante
Bravaaaaaaa

Lello ha detto...

Premesso che le melanzane fatte in questo modo sono over the top, veniamo alla questione liguistica: il termine mulignane alla pullastiello è voce della città bassa con riferimento al fatto che il pollastrino (pullastriello) veniva preparato ben imbottito e poi cotto così come queste melanzane che sono molto imbottite; nelle zone più signorili della città sono dette mulignane a libretto (melanzane a libricino, di cui le melanzane sono le copertine e l'imbottitura sono i fogli! Quanto ad apucuntria, ci troviamo di fronte all'erronea agglutinazione tra l'articolo 'a (la) ed il sostantivo pucuntria (ipocondria: infatti in napoletano, l'ipocondria si dice pucuntria, non apucuntria!

Lydia ha detto...

Io le chiamo melanzane (anzi melenzane perchè da noi si dice così!!) in carrozza.
Sto gironzolando nel blog, spero non ti dispiaccia

Francesco ha detto...

Il "pullastiello" è il pollo arrosto. Forse si chiamano così perchè ricordano un pollo cotto alla griglia.